Tag: eventi aziendali

Sapevate che esisteva un festival dedicato al mondo del lavoro? Ah sì… Lo sapevate?!? Bene, io no. Perché devo essere sempre l’ultima a sapere le cose?

Dunque quest’anno, insieme ad altri due colleghi, ho partecipato alla manifestazione chiaramente in veste di Caricaturista e Ritrattista a fumetti.   L’evento si è svolto a Milano nella vecchia fiera. Da casa mia è abbastanza lontano e il primo giorno, paranoica come sono della puntualità, sono partita due ore e mezzo prima dell’orario indicato… Ok, ho grossi problemi! Ma ci sto lavorando: due settimane fa per esempio ho fatto ben 2 minuti di ritardo ad una serata con amici. Poi ho trascorso la serata a soffiare in un sacchetto di carta per farmi passare l’ansia. Ma questa è un’altra storia.

Torniamo al Festival del Lavoro. Ecco il super pass:

Arrivata in fiera, ho fatto colazione e incontrato i due colleghi: Federico Cecchin e Marco Mantellini. Abbiamo fatto un breve sosta caffè e ci siamo subito recati dal nostro cliente.

Breve premessa: un mese prima Federico, che si occupava dell’organizzazione del lavoro allo stand, disse che mi avrebbe preparato una maglia da indossare per renderci più visibili e subito riconoscibili durante il Festival del lavoro. “Ottima idea!” – Pensai. Poi un’ombra di preoccupazione giunse come un falco ad appesantirmi la giornata: si ricorderà che sono una donna e che non indosso magliette extra large? Ma soprattutto… Che sono una donna SINGLE!  Non posso vestirmi da spaventapasseri e puntare tutto sulla simpatia, perché quando sono in imbarazzo parlo di cose a caso: pesca a strascico, sudorazione ascellare, perché gli antichi egizi portavano quegli improbabili gonnellini, e via discorrendo. Per non parlare dei guai che combino se solo provo a muovermi: vassoi rovesciati, mani in faccia perché gesticolo troppo, tentativi di entrata in porte vetri chiuse ma troppo pulite. Insomma… signori miei, la morale è che: “L’aspetto fisico è IMPORTANTE!”

Ecco com’è finita:

Un chirurgo pronto ad operare pazienti gravissimi. La Caricaturista fantasma ufficiale del Festival del Lavoro. Una tenda coi tacchi. Il lenzuolo perfetto per il vostro prossimo cambio letto. 

Nonostante tutto, voglio ancora bene a Federico ^__^

Ecco intanto il Team Ritrattisti e Caricaturisti al completo:

Credo che in tre giorni siamo riusciti a disegnare circa 1000 ritratti! Il fiume di gente allo stand, in coda per il Gadget Caricatura, sembrava non finire mai. I consulenti del lavoro ospiti del Festival sono parsi da subito entusiasti per l’iniziativa dell’azienda RTS che ci ha ospitiati.


Solo un piccolo avviso per i prox eventi: ricordatevi che la mia taglia… è la Small… proprio come me! Sono il famoso vino nella botte piccola. ihihihih!

A parte gli scherzi, guardate com’ero piccina in confronto a Federico e Marco:

Una Caricaturista Tascabile! Pratica e comoda per ogni occasione.

Il terzo giorno di fiera, sono andata da sola perché i miei due colleghi avevano in agenda altri eventi. Nonostante fosse la giornata di chiusura, la coda per il Ritratto si è formata immediatamente dalla mattina presto!

Camicia a parte è stato davvero elettrizzante disegnare Caricature e ritratti a ritmo serrato. La stanchezza in questi casi… diventa la certezza dell’arrivo di un miglioramento!

Viaggiare per lavoro mi ricarica sempre moltissimo. Infatti, anche se vivo a Milano, mi sposto in qualunque paese!

Una decina di giorni fa, sono stata a Sagrado, paesino del Friuli, come Caricaturista e Ritrattista, per la Festa dell’Udinese Calcio e dei suoi sponsor. Ho preparato la valigia e sono partita alle 8 di mattina, in modo da arrivare con grande anticipo, e avere la possibilità di prepararmi accuratamente… ehm… Noi donne abbiamo bisogno di taaaaaanto tempo.  

Arrivata in location, il responsabile evento mi mostra la stanza/appartamento dove avrei alloggiato… cucina, soggiorno, bagno e due camere da letto. Un sogno!

Posato la valigia e posizionato i miei effetti personali nel solito ordine maniacale/ossessivo, sono uscita a farmi un giro per la Location. Per chi non lo sapesse, in casa sono particolarmente precisa e ordinata. Odio pensare che ci sia anche una piccola penna fuori posto e se sono sconvolta per qualcosa, DEVO PULIRE.

Conoscete Monica Geller del telefilm Friends? Ecco.

Così sono uscita in giardino e ho scoperto che il posto, la Tenuta Castelvecchio, possiede un giardino molto verde e… Terribilmente romantico! Sì, avete capito bene. Tra il verde rigoglioso dei prati e all’ombra dei giganteschi alberi che sembrano desiderosi di abbracciarti, c’è una piccola struttura in pietra che ricorda molto una cappella. Inutile dirvi che l’immaginazione ha cominciato a galoppare e l’immagine fiabesca dell’incontro perfetto che avrei sicuramente avuto quella sera, si è palesata chiara nella mia testa sognatrice e piena di fuffa.

Tornata in camera, mi rendo conto di essere maledettamente in ritardo! Comincio a prepararmi.

Piastra per capelli, borsa per il Make up, collant, abito total black… e via!

Terminato il restyling, comincia l’evento. Arrivano tutti i giocatori dell’Udinese Calcio: panico: uno più carino dell’altro!

Dopo essere svenuta un paio di volte, mi metto a lavoro. Mi presento spiegando loro come funziona il servizio di Caricature e Ritratti, ammettendo purtroppo, di non capirne nulla di calcio! Nell’aria si respirava un lieve malumore a causa di una sconfitta subita  giusto qualche giorno prima dalla squadra. Spero che i miei Ritratti/Caricature gli abbiano risollevato l’umore!

Comincio a disegnare:

In giardino un terzetto d’archi e Arpa. Sarei rimasta ad ascoltarli per ore.

Ad un certo punto, individuo l’allenatore della squadra e il direttore tecnico. Li bracco e li disegno! Non sono una ritrattista… ma un vero cecchino!

Mentre disegno, si avvicinano i giornalisti di Sky per un intervista… Sudore e panico! Nonostante il principio di svenimento, sono riuscita a concludere e a regalare la Caricatura. Vorrei potervi mostrare le foto… Ma ero talmente presa che ne ho fatto pochissime. Ho disegnato quasi tutta la squadra dell’udinese con l’idea di rubare qualche scatto a fine serata… Ma non è stato possibile perché sono andati via tutti insieme all’improvviso, dopo circa un’oretta. Che delusione!

Finita la serata, sono tornata stanca morta all’hotel… e il principe azzurro? Eh no… non c’è stato tempo nemmeno per lui! Incontro della vita rimandato… !

Una fiera che non conoscevo e ho adorato: il Palst!

Quello che è: Salone internazionale delle materie plastiche e della gomma che si tiene ogni anno alla Fiera Rho di Milano;

Quello che ho capito: un posto MEGA GIGA dove aziende provenienti da tutto il mondo s’incontrano per vendere pezzi colorati di tantissimi oggetti diversi!

Una di queste aziende mi ha ingaggiato come Ritrattista e Caricaturista per lasciare ai loro ospiti/visitatori  un gadget davvero speciale : un ritratto personalizzato. Miss OVVIO: Non avrei saputo fare altro!

Ma la cosa più importante è che tutti, sottolineo TUTTI, parlavano inglese.

Da quasi un anno sto studiando seriamente la lingua e, nonostante mi renda conto di star migliorando… Mi mancava la prova sul campo. Così, come spesso accade in questo periodo, mi è bastato desiderarlo e PUFF: folle di clienti stranieri con i quali parlare!

Dopo un primo momento d’imbarazzo, le parole hanno cominciato a fluire semplici e leggere dalle mie labbra. A volte non ero nemmeno sicura di ciò che stavo dicendo… ma dentro sentivo che era corretto! Quando mi trovavo in difficoltà… bastava semplicemente chiedere di ripetere la domanda/frase più lentamente. Tutti si sono mostrati gentili e disponibili. Il gioco era fatto!

La fiera Plast è durata circa quattro giorni, durante i quali ho disegnato tantissimi Ritratti e Caricature. Ecco qualche esempio:

In questo caso, l’agenzia di eventi che ha organizzato il tutto, ha fatto preparare delle cartelline formato A4 per conservare le Caricature e i Ritratti a fumetti dopo la loro realizzazione. Comode e pratiche!

Per la fiera sono molto utili. Soprattutto per una caricaturista in fiera!

I commerciali dell’azienda che mi ospitava erano davvero entusiasti dei ritratti: mi hanno fatto sentire apprezzata, coccolata e in famiglia, sempre!

Quest’anno probabilmente andrò a lavorare anche in qualche fiera all’estero…….. NON VEDO L’ORA! Incrociate le dita per me! Nel frattempo… ho raddoppiato le ore d’inglese.

Terminata la Fiera Plast e il mio lavoro come Caricaturista, mi sono concessa una lunga giornata di riposo alle Terme. Ora aspetto il prossimo evento solo per il premio finale! hihihihi! Ho già le ciabattine pronte.

Il 4 Novembre, sono stata ospite allo stand della Lenovo per creare Caricature e Ritratti in formato digitale per sponsorizzare il loro nuovo prodotto:  Yoga Book.   

L’evento era gestito da “Coderdojo”, movimento globale senza scopo di lucro che si occupa di organizzare incontri gratuiti per insegnare a bambini e adolescenti a programmare. Per l’occasione questi super geni di massimo 11/12 anni, hanno presentato ai gruppi i loro progetti. Mentre li ritraevo ho provato una paio di volte a farmene spiegare qualcuno… ma riuscivo a malapena a capire il loro nome! In parole povere, per chi conosce la serie Tv “The big bang theory”, un centinaio di Sheldon Cooper, ma adorabili, in formato ridotto!

Come sempre, dato che sono un’ossessiva compulsiva della puntualità (no, non è curabile!), sono arrivata in super anticipo e ho dovuto aspettare tutti. Purtroppo è la condanna di noi puntuali: passiamo la vita ad aspettare. Non riesco a farne a meno! Anche 5 minuti di ritardo mi creano un fastidio che nemmeno le domande sul motivo del mio divorzio dei parenti a Natale.

Sistemato lo stand, la postazione, i tablet e tutto il resto, sono iniziati ad arrivare i bambini con i loro preziosi progetti.

Uno di loro si è avvicinato, incuriosito dalle Caricature che stavo disegnando. Ha guardato il tablet e la penna digitale e con fare quasi scocciato ha esclamato: “è una penna digitale quella? Se vuoi ti insegno a costruirne una con il cavo del telefono!”

Ho riso moltissimo nel cuore!

Così gli ho scompigliato i capelli con una carezza scherzosa e cercato di farlo tornare bambino proponendogli un ritratto a fumetti. Mentre disegnavo, i suoi occhi si sono illuminati : obiettivo raggiunto! Ecco il risultato:

La tecnologia di questi tablet ti permette di utilizzare la penna in dotazione come se fosse vera! Infatti è dotata d’inchiostro, e mentre scrivi su carta… come per magia i tratti vengono immediatamente resi digitali sul Tablet! Amo la tecnologia, ma ho sempre adorato il fascino del disegno su carta… E ora che finalmente è possibile unire le due cose… Bèh, sono felice come un bimbo al parco giochi! Eccovi alcune immagini dei ritratti e delle caricature che ho disegnato:

L’evento è andato avanti fino alle 17:00. Il tempo è proprio volato.

Allo stand è passata anche l’assessore del comune di Milano Roberta Cocco. Gentilissima e disponibile a farsi ritrarre:

Terminato il contest, abbiamo messo via l’attrezzatura e ci siamo salutati. Uscita dalla location, l’aria frizzante della serata mi fece venire molta fame e decisi di correre nel mio ristorante pugliese preferito a mangiare pesce! Perché se sei pugliese, i ristoranti giusti a Milano li devi conoscere,  altrimenti non sopravvivi. Alla prossima!

Di recente ho partecipato ad un evento organizzato dalla Wilkinson, dedicato alla lancio del kit   Intuition Variety Edition  e  Quattro for woman Bikini Pearl,  linea di rasoi creata esclusivamente per noi donne.

Per questa tipologia di evento ho creato illustrazioni e grafiche per allestire le varie postazioni. Enormi pannelli colorati con i miei disegni sono stati stampati e collocati intorno ad una grande piscina per rappresentare quattro tipologie di donne: “Acqua e Sapone”, “Ribelle”, “Precisa” ed “Equilibrista”. Tramite un test di prova scoprivi il tuo profilo … Chiaramente io sono risultata la “Ribelle”! Non ne avevo dubbi.

Inoltre ho disegnato una scintillante Pin-up per le stampe su queste bellissime borse di tela, di cui mi sono innamorata perdutamente.
Vi piacciono? Chiaramente ne ho portato con me un paio da regalare alle amiche, senza le quali sarei perduta per sempre.

La presentazione dei prodotti si è svolta durante un rinfrescante aperitivo a bordo piscina, dove le blogger invitate hanno posato per il mio simpatico ritratto a fumetti colorato a Pantoni.

Mi sono divertita moltissimo! Come non riuscirci tra le donne? Avremmo passato giorni interi a parlare di depilazione e bere cocktail ghiacciati a bordo vasca, come Carrie Bradshaw e le sue amiche in Sex and the city!

I ritratti e le illustrazioni stampate per i pannelli hanno avuto un grande successo e qualche tempo dopo, correndo tra le corsie dell’Esselunga, come una pallina da flipper impazzita, mi sono imbattuta piacevolmente nel nuovo espositore Wilkinson … con i miei disegni!?!
È stato un choc misto a sorpresa.

Inutile dirvi che sono rimasta lì imbambolata a fissare i rasoi come una polla per un bel po ‘.
Poi una signora mi ha urtato con il carrello, facendomi tornare alla realtà.
Così, scattata qualche foto, sono corsa a casa per preparare la tartara di salmone più buono del mondo.