Category: fiera

Sapevate che esisteva un festival dedicato al mondo del lavoro? Ah sì… Lo sapevate?!? Bene, io no. Perché devo essere sempre l’ultima a sapere le cose?

Dunque quest’anno, insieme ad altri due colleghi, ho partecipato alla manifestazione chiaramente in veste di Caricaturista e Ritrattista a fumetti.   L’evento si è svolto a Milano nella vecchia fiera. Da casa mia è abbastanza lontano e il primo giorno, paranoica come sono della puntualità, sono partita due ore e mezzo prima dell’orario indicato… Ok, ho grossi problemi! Ma ci sto lavorando: due settimane fa per esempio ho fatto ben 2 minuti di ritardo ad una serata con amici. Poi ho trascorso la serata a soffiare in un sacchetto di carta per farmi passare l’ansia. Ma questa è un’altra storia.

Torniamo al Festival del Lavoro. Ecco il super pass:

Arrivata in fiera, ho fatto colazione e incontrato i due colleghi: Federico Cecchin e Marco Mantellini. Abbiamo fatto un breve sosta caffè e ci siamo subito recati dal nostro cliente.

Breve premessa: un mese prima Federico, che si occupava dell’organizzazione del lavoro allo stand, disse che mi avrebbe preparato una maglia da indossare per renderci più visibili e subito riconoscibili durante il Festival del lavoro. “Ottima idea!” – Pensai. Poi un’ombra di preoccupazione giunse come un falco ad appesantirmi la giornata: si ricorderà che sono una donna e che non indosso magliette extra large? Ma soprattutto… Che sono una donna SINGLE!  Non posso vestirmi da spaventapasseri e puntare tutto sulla simpatia, perché quando sono in imbarazzo parlo di cose a caso: pesca a strascico, sudorazione ascellare, perché gli antichi egizi portavano quegli improbabili gonnellini, e via discorrendo. Per non parlare dei guai che combino se solo provo a muovermi: vassoi rovesciati, mani in faccia perché gesticolo troppo, tentativi di entrata in porte vetri chiuse ma troppo pulite. Insomma… signori miei, la morale è che: “L’aspetto fisico è IMPORTANTE!”

Ecco com’è finita:

Un chirurgo pronto ad operare pazienti gravissimi. La Caricaturista fantasma ufficiale del Festival del Lavoro. Una tenda coi tacchi. Il lenzuolo perfetto per il vostro prossimo cambio letto. 

Nonostante tutto, voglio ancora bene a Federico ^__^

Ecco intanto il Team Ritrattisti e Caricaturisti al completo:

Credo che in tre giorni siamo riusciti a disegnare circa 1000 ritratti! Il fiume di gente allo stand, in coda per il Gadget Caricatura, sembrava non finire mai. I consulenti del lavoro ospiti del Festival sono parsi da subito entusiasti per l’iniziativa dell’azienda RTS che ci ha ospitiati.


Solo un piccolo avviso per i prox eventi: ricordatevi che la mia taglia… è la Small… proprio come me! Sono il famoso vino nella botte piccola. ihihihih!

A parte gli scherzi, guardate com’ero piccina in confronto a Federico e Marco:

Una Caricaturista Tascabile! Pratica e comoda per ogni occasione.

Il terzo giorno di fiera, sono andata da sola perché i miei due colleghi avevano in agenda altri eventi. Nonostante fosse la giornata di chiusura, la coda per il Ritratto si è formata immediatamente dalla mattina presto!

Camicia a parte è stato davvero elettrizzante disegnare Caricature e ritratti a ritmo serrato. La stanchezza in questi casi… diventa la certezza dell’arrivo di un miglioramento!

Una fiera che non conoscevo e ho adorato: il Palst!

Quello che è: Salone internazionale delle materie plastiche e della gomma che si tiene ogni anno alla Fiera Rho di Milano;

Quello che ho capito: un posto MEGA GIGA dove aziende provenienti da tutto il mondo s’incontrano per vendere pezzi colorati di tantissimi oggetti diversi!

Una di queste aziende mi ha ingaggiato come Ritrattista e Caricaturista per lasciare ai loro ospiti/visitatori  un gadget davvero speciale : un ritratto personalizzato. Miss OVVIO: Non avrei saputo fare altro!

Ma la cosa più importante è che tutti, sottolineo TUTTI, parlavano inglese.

Da quasi un anno sto studiando seriamente la lingua e, nonostante mi renda conto di star migliorando… Mi mancava la prova sul campo. Così, come spesso accade in questo periodo, mi è bastato desiderarlo e PUFF: folle di clienti stranieri con i quali parlare!

Dopo un primo momento d’imbarazzo, le parole hanno cominciato a fluire semplici e leggere dalle mie labbra. A volte non ero nemmeno sicura di ciò che stavo dicendo… ma dentro sentivo che era corretto! Quando mi trovavo in difficoltà… bastava semplicemente chiedere di ripetere la domanda/frase più lentamente. Tutti si sono mostrati gentili e disponibili. Il gioco era fatto!

La fiera Plast è durata circa quattro giorni, durante i quali ho disegnato tantissimi Ritratti e Caricature. Ecco qualche esempio:

In questo caso, l’agenzia di eventi che ha organizzato il tutto, ha fatto preparare delle cartelline formato A4 per conservare le Caricature e i Ritratti a fumetti dopo la loro realizzazione. Comode e pratiche!

Per la fiera sono molto utili. Soprattutto per una caricaturista in fiera!

I commerciali dell’azienda che mi ospitava erano davvero entusiasti dei ritratti: mi hanno fatto sentire apprezzata, coccolata e in famiglia, sempre!

Quest’anno probabilmente andrò a lavorare anche in qualche fiera all’estero…….. NON VEDO L’ORA! Incrociate le dita per me! Nel frattempo… ho raddoppiato le ore d’inglese.

Terminata la Fiera Plast e il mio lavoro come Caricaturista, mi sono concessa una lunga giornata di riposo alle Terme. Ora aspetto il prossimo evento solo per il premio finale! hihihihi! Ho già le ciabattine pronte.