Tag: Caricatura di gruppo

Ci pensavo da parecchi mesi, ma non trovavo il coraggio di organizzare il viaggio. Tutti i miei amici e amiche, o partivano con la dolce metà, oppure in periodi diversi dal mio. Purtroppo il mio lavoro di Caricaturista mi costringe ad andare in ferie solo nelle settimane centrali d’Agosto e quindi a costi stellari. Non sapendo con chi partire, l’anno prima ero rimasta in famiglia, giù in Puglia. Bello per carità, ma avevo sentito la forte esigenza di stare un po’ per conto mio.

Memore di questa esigenza, entrai in agenzia viaggi e chiesi qualche consiglio. Scelsi decisa l’isola di Naxos, in Grecia. Optai per la soluzione in villaggio… Essendo da sola, temevo che mi sarei annoiata! Ma soprattutto temevo di non riuscire a trovare amici… Insomma, paranoie assurde per una che parla pure coi sassi. Ma essendo sola, mi concessi la possibilità di avere paura.

Terminato l’ultimo matrimonio della prima parte della stagione Wedding come Ritrattista, riposi pennarelli e fogli per le mie caricature nell’armadio tutti in perfetto ordine, comprai un grosso cappello di paglia, un aggressivo pareo maculato e preparai la valigia.

Questo fu il primo scorcio di Grecia che vidi appena scesa dall’aereo. Ricordo la forza del vento, il mare azzurro elettrico, il sapore del sale, il forte senso di benessere e l’improvvisa voglia di fare qualunque cosa mi passasse per la mente, senza timori. Nell’attesa che arrivasse il traghetto per portarci a Naxos (eravamo a Mykonos), passeggiai per la città. Mi fermai in un piccolo bar sulla spiaggia e sorseggiai incredula uno spritz: ero in ferie!!! Che bellezza.

Arrivata a Naxos, ci accolsero subito i ragazzi dello staff di animazione del Vera Club, eccoli:

Facemmo gruppo da subito sia con loro che con gli altri clienti del Mikri Vigla Hotel. Appena seppero del mio lavoro, mi chiesero una caricatura/ritratto di gruppo. Finiscono sempre così le mie vacanze! Ma non potevo proprio rifiutare di disegnarli. Eccoli (Quanta bellezza):

Io sono quella con il pareo maculato. Scusate se sembro stravolta, ma lo ero: venivo direttamente dal sonnellino pomeridiano in piscina. Ed ecco nel dettaglio i ritratti.

I giorni seguenti mi rilassai moltissimo, su e giù per le interminabili spiaggie bianche di Naxos.

 

Non soffrii mai di solitudine, anzi! Per stare da sola, ero costretta a nascondermi. Morale della favola… Fate anche voi un viaggio da soli al più presto! è un’esperienza magica e indescrivibile. Quando ti rendi conto che tutto quello che ti impediva di partire, erano solo inutili blocchi mentali e paure, ti senti il re del mondo! Tornata a Milano, aspettai ancora un giorno per togliere il braccialetto dell’animazione Veraclub. Grazie per avermi reso indimenticabile la vacanza!

Voglio tornare presto in Grecia!

Prima di Natale sono stata invitata ad una piccola cena aziendale in provincia di Monza. Il cliente ha scelto il servizio del ritratto di gruppo a colori. Così sono arrivata al ristorante con un bel foglio 70 cm x 100 cm, pennelli e acquerelli; mi sono seduta al tavolo e a turno ho disegnato tutti gli ospiti (circa 20 persone). Ma non il direttore!

Già, avete capito bene! Qualche giorno prima mi era stato spiegato infatti che si trattava di una persona estremamente timida e per questo motivo odiava le sorprese e soprattutto essere al centro dell’attenzione! Così, mentre riflettevo sul da farsi… Ecco balenarmi nella testa la soluzione: mi sono fatta inviare le sue foto tramite email in modo da riuscire a disegnarli una Caricatura/Ritratto prima della serata. Capita molto raramente di incontrare persone così timide, ma desidero sempre che il mio servizio di Caricaturista sia un esperienza positiva, romantica e divertente.  Negli anni ho imparato quanto sia importante capire immediatamente se qualcuno si sente a disagio e provare a trovare un’alternativa più “morbida” per riuscire ad accontentarlo comunque! Inoltre sono convinta che solo l’esperienza sul campo può insegnarti a raffinare questo intuito/sensibilità. Miei cari e dolcissimi timidoni… Fidatevi di me!

Così, con il disegno del direttore già pronto al centro del foglio, ho iniziato a disegnare i ritratti e le caricature a fumetti di tutti gli altri amici/dipendenti intorno. La festa era stata organizzata sia per il Natale, sia per festeggiare il suo sessantesimo compleanno. L’illustrazione si è rivelata un’idea regalo davvero speciale e geniale!

Di solito mentre disegno non mi piace fare troppe pause… Ma questa volta ho dovuto fermarmi per forza a causa di uno strepitoso piatto di filetto con patate ordinato per me a tradimento. Un gesto davvero carino da parte del Direttore che a suo modo a voluto farmi capire che stava apprezzando molto il  lavoro! Così… ho proposto un brindisi per auguragli buon compleanno e a tutti delle buone feste!

Terminato il ritratto di gruppo, l’abbiamo incorniciato e dietro ognuno a scritto una dedica personale!

Conclusa la serata, ho salutato e ringraziato tutti di cuore e sono andata via.

Amo il mio lavoro perché mi permette di vivere il dono più prezioso del mondo: voi, con

le vostre emozioni, i vostri sorrisi, gli abbracci inaspettati, i racconti personali che spesso mi fate mentre disegno, la fiducia incondizionata, i vostri piatti di filetto con patate a sorpresa, il vostro essere veri.